Come funziona la ROTONDA a una o più corsie

La rotonda è una modalità innovativa di gestione di un incrocio. 

Viene utilizzata, principalmente, per snellire il traffico determinato dalla presenza di troppi stop o incroci semaforici.

È stata una brillante invenzione, di cui l’Italia ha abbondantemente abusato, inserendo rotonde in ogni tipo di intersezione, creando così un senso di generale confusione nella circolazione stradale di tanti utenti.

Esistono rotonde a più vie, con pochi incroci, con molti incroci, quadrate, rettangolari, ellittiche, a 2 o 3 corsie. ecc.; insomma, la fantasia si sbizzarrisce senza confine, quando si ha da progettare una rotonda.

Ma tutto questo comporta dei problemi per chi ha difficoltà a capirne le fluide modalità di circolazione.

Il principio posto alla base di una circolazione in rotatoria è di snellire il traffico, parificando il diritto di precedenza di coloro che vogliono immettersi nell’anello di circolazione.

Una sorta di circolazione democratica, ma con delle regole TASSATIVE da rispettare.

Per capire il preciso significato dei segnali stradali, leggi l’articolo “Quale significato hanno i segnali e i cartelli stradali?“.





Come si riconosce una rotonda?

cartello stradale rotatoria

La rotonda, per essere definita tale, deve essere preceduta dall’indicazione del suo cartello stradale: le tre frecce poste in circolo su sfondo blu (cartello d’obbligo).

Questo tipo di segnalazione verticale indica l’obbligo di una circolazione rotatoria dentro un incrocio, perciò sarà necessario seguire il senso di marcia in circolo, come precisato dal verso indicato dalle frecce nel cartello stradale.


Chi ha la precedenza nella rotonda?

Esistono due tipi diversi di rotonde, con due diverse regole di precedenza: 

  1. La rotonda CON segnale di DARE PRECEDENZA;
  2. Rotonda SENZA segnale di DARE PRECEDENZA.

Rotonda CON segnale di DARE PRECEDENZA

segnale rotatoria e dare precedenza

In presenza del segnale DARE PRECEDENZA (sia come segnaletica verticale oppure orizzontale), chi si immette nella rotatoria deve dare la precedenza ai veicoli circolanti nell’anello provenienti da sinistra (PRECEDENZA A SINISTRA).

Rotatoria con il segnale di dare precedenza
Rotatoria con il segnale di dare precedenza




Rotonda SENZA segnale di DARE PRECEDENZA

cartello stradale rotatoria

In ASSENZA del segnale DARE PRECEDENZA (sia come segnaletica verticale oppure orizzontale), chi si immette nella rotatoria ha la precedenza sui veicoli circolanti nell’anello (PRECEDENZA A DESTRA).

Rotatoria senza segnale di dare precedenza
Rotatoria senza segnale di dare precedenza

Come immettersi in una rotonda

Quando si arriva in prossimità di un incrocio regolato con circolazione rotatoria, la regola è di ridurre e moderare la velocità di guida, adottando la massima prudenza e verificando che anche gli altri automobilisti abbiano ben capito il funzionamento della rotonda, inserire la freccia a sinistra e verificare le condizioni per entrare nella rotonda.

Purtroppo, durante la guida, molte cose possono passare inosservate e, per disgrazia degli eventi, non tutti prestano le dovute attenzioni alla segnaletica e ai relativi diritti di precedenza.

Perciò la regola principe su tutte è: MODERARE LA VELOCITÀ’ E ADOTTARE LA MASSIMA PRUDENZA, utilizzando le frecce per spostarsi.





Come funziona una rotonda a più corsie?

Le rotonde a più corsie sono bersaglio della più ampia fantasia di circolazione. Non a caso capita che il traffico si regoli a piacimento a seconda della sua intensità, creando delle situazioni di pericolo per causa dell’imprudenza di alcuni.

Infatti, quello che molto spesso la gente dimentica è il fondamentale utilizzo degli indicatori di direzione (le frecce dell’automobile) per far comprendere agli altri veicoli le proprie decisioni alla guida.

La regola è se ci sono più corsie: 

ogni veicolo deve rispettare la propria corsia, senza invadere le corsie adiacenti, utilizzando gli indicatori di direzione (le frecce) per far comprendere agli altri veicoli la propria volontà nell’ingresso e nell’uscita dalla rotatoria.

Non esiste un obbligo di percorrere una corsia più centrale delle altre nel caso si debba attraversare l’intera rotonda, ma la regola è: chi sta nella corsia più a destra ha la precedenza su chi si trova nelle corsie poste più all’interno, DOVENDO UTILIZZARE FRECCE per esprimere la propria volontà di uscire dall’anello di circolazione.


Le 5 regole pratiche per usare una rotonda a più corsie

Cerchiamo di descrivere materialmente come affrontare una rotonda a più corsie, seguendo questa serie di regole:

  1. Prima di arrivare nei pressi di una rotonda moderare la propria velocità di guida;
  2. Se non si sa, preliminarmente, quale svolta intraprendere, è consigliabile restare nella corsia di immissione posta più a destra;
  3. Arrivati nella linea d’ingresso della rotatoria, inserire la freccia di segnalazione a sinistra, di modo da indicare la propria volontà di entrare nell’anello;
  4. Entrati nell’anello disattivare l’indicatore di direzione e percorrere la rotonda;
  5. Nel momento in cui si è individuata l’uscita da intraprendere, sarà necessario SEGNALARE CON DOVUTO ANTICIPO la propria volontà di uscire dall’anello, inserendo la freccia a destra, in modo da far comprendere agli altri veicoli esattamente quale uscita state seguendo.




1 commento su “Come funziona la ROTONDA a una o più corsie”

I commenti sono chiusi.